Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
4 dicembre 2011 7 04 /12 /dicembre /2011 07:00

ARTHUR CRAVAN

 

 

Oscar Wilde è vivo!

 

 

 

 

 

 

Maintenant, 07

Ritratto di Oscar Wilde di Ernest Lajeunesse

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

09-copia-1.jpg

 

 

 

Ciò che mi incita ancora a pensare in questo modo, è che in quel momento percepii un lieve suono di campanello, il cui timbro ordinario, in apparenza, si espanse in tutte le mie membra, come un liquido meraviglioso. Mi alzai lentamente e, precipitosamente, andai ad aprire, felice per un diversivo così inatteso. Aprii la porta: un uomo immenso si parava davanti a me.

 

- Signor Lloyd.

 

-Sono io, dissi; ma prego entri pure.

 

E lo straniero varcò la mia soglia con delle arie magiche da regina o da piccione.

 

- Ora accendo la luce... scusatemi se vi ricevo così... ero solo, e...

 

- No, no, no; di grazia, non vi disturbate in alcun modo.

 

Insistei.

 

- Per l'ultima volta, ve ne prego, mi disse lo sconosciuto, ricevetemi nell'ombra.

 

Divertito, gli offrii una poltrona, e mi misi di fronte a lui.

 

Subito principiò:


 

 

10.jpg

 

 

- Le vostre orecchie possono udire delle cose inaudite?

 

- Scusate, balbettai, un po' sconcertato, scusate, non ho capito.

 

- Ho detto: "Le vostre orecchie ascoltare delle cose inaudite?".

 

Questa volta, dissi semplicemente: sì.

 

Allora, dopo una lunga pausa, colui che io credevo uno sconosciuto pronunciò: "Io sono Sébastien Melmoth" [1].

 

Non riuscirò mai a descrivere ciò che passò per la mia mente: in un'abnegazione rapida e totale di me stesso, avrei voluto saltargli al collo, abbracciarlo come un'amante, dargli da mangiare e da bere, dargli un letto, dargli degli indumenti, procurargli delle donne, infine, prelevare tutto il mio denaro dalla banca per riempirgli le tasche. Le sole parole che riuscii ad articolare allo scopo di riassumere i miei innumerevoli sentimenti, furono: "Oscar Wilde! Oscar Wilde!". Egli capì il mio turbamento e il mio amore, e sussurrò: "Dear Fabian". Il sentirmi chiamare così familiarmente e teneramente mi commosse sino alle lacrime. Poi, cambiando umore, come una

 

 

 

 

11.jpg

 

bevanda squisita, aspirai le delizie di essere uno degli attori di una situazione unica.

 

 

L'istante successivo, una folle curiosità mi spingeva a volerlo distinguere nella notte. E, trasportato dalla passione, non provai alcun fastidio a dire: "Oscar Wilde, vorrei vedervi; lasciatemi illuminare questa camera".

 

-Fate pure, mi rispose con voce molto dolce.

 

Andai dunque, in una stanza vicina, a cercare la lampada; ma dal suo peso, mi resi conto che era vuota; ed è con una torcia che feci ritorno da mio zio.

 

 

 

 

 

 

[Traduzione di Elisa Cardellini]

 

 

 

 

 

 

 

 

NOTE

 

 

[1] Sébastien Melmoth, pseudonimo adotatto da Oscar Wilde quando fu liberato dal carcere e andò in esilio in Francia tra il 1897 e il 1900. Il nome fu ripreso dal protagonista del celebre romanzo gotico scritto nel 1820 da Charles Robert Maturin (1782- 1824) Melmoth, The Wanderer, la storia narra del patto stipulato dal suo protagonista, John Melmoth, con il diavolo, in cambio di un prolungamento della propria esistenza di 150 anni.

 

 

 

 

LINK alla rivista originale dal sito "Dada Archive":

Maintenant, n° 3

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : DADA 100
  • DADA 100
  • : In attesa delle giuste celebrazioni che vi saranno nel mondo colto per il primo centenario del grande movimento Dada di arte totale, intendiamo parlarne con un grande anticipo di modo che giungendo la fatidica data molti non siano presi alla sprovvista grazie al mio blog.
  • Contatti

Profilo

  • Elisa
  • Amo l'arte in generale, di ogni tempo e cultura storica, soprattutto le avanguardie artistiche e le figure più originali ed eterodosse.
  • Amo l'arte in generale, di ogni tempo e cultura storica, soprattutto le avanguardie artistiche e le figure più originali ed eterodosse.

Link