Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
27 settembre 2012 4 27 /09 /settembre /2012 07:00

FRANCIS PICABIA


000cover.jpg

GESÙ CRISTO RASTACUERO


 

 

 

 

 

 

003-copia-1.jpg

Disegni di Ribemont-dessaignes


 

 

 

 

 

CAPITOLO II

 

031.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

032.jpgMalattia legale, illustrazione di Georges Ribemont-Dessaignes.

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

033.jpg

 

 

IL MIO SORRISO


"Tutte le piante mi appartengono, è per questo che non amo la campagna!".

 

C'è una specie di uccelli di grande rarità e molto difficile da conoscere, perché questi uccelli non si posano mai; la femmina cova le sue uova nei cieli ad una grande altezza e la schiusura dei piccoli ha luogo prima che essi abbiano il tempo di toccare il suolo; volando senza sosta, ignorando il riposo, il battere delle loro ali simile ai battiti del nostro cuore; fermarsi significa morte. Questi uccelli esistono ovunque, sono, sembrerebbe, sempre esistiti, ma da dove provengono, da quale pianeta? La conoscenza della loro origine preoccupa molti cervelli...

 

Ciò mi fa ricordare una storia strana che mi è stata raccontata da un pittore mezzo normanno, mezzo alverniate, neo-cubista e neo-don Juan; la storia di un uomo che masticava un revolver! Quest'uomo era vecchio sin dalla nascita e sin da essa si era dedicato a questa strana masticazione; Infatti la sua arma straordinaria doveva ucciderlo se si fosse fermato solo un istante; eppure era

 

 

034.jpg

 

consapevole che ad ogni modo, un giorno, irrevocabilmente, il revolver avrebbe sparato e lo avrebbe ucciso; tuttavia, senza stancarsi, continuava a masticare.........

 

 

LA PIÙ BELLA

SCOPERTA DELL'UOMO

È IL BICARBONATO DI SODIO


Tutti gli esseri della creazione sono inutili, i loro amori somigliano allo scioglimento delle nevi in primavera.

 

I giorni di pioggia somigliano alle vacanze.

 

Supero i dilettanti, sono un super-dilettante: i professionisti sono dei frutti di merda.

 

Tutti i pittori che figurano nei nostri musei sono dei falliti della pittura; non si parla d'altro che dei falliti; il mondo si divide in due categorie di uomini: i falliti e gli sconosciuti.

 

 

Gesù Cristo — Stradivarius
fu un fallito,
Budda — granchio
fu un fallito,
Maometto — parrucchiere
fu un fallito.

 

035.jpg

 

 

 

 

NON VI SONO SCONOSCIUTI

TRANNE CHE PER ME


Gli orango-tanghi cantano, essi cantano degli zuccheri d'orzo che altri cantanti vengono a succhiare per dieci franchi.

 

 

Dobbiamo lavorare sembra,
È un debito,
Debito verso le creature stupide,
Evoluzioni dei pesci bianchi,
Aspirazioni umane,
Bocche di contadini,
Ripiegamento di pelle.
Un chilometro,
O cento chilometri,
Non ci sono chilometri.

 

Soltanto i nomi esistono, ciò che non ha nome non esiste. La parola luce esiste, la luce non esiste.

 

 

SIAMO IN

UN TUBO DIGESTIVO

 

 

E questo tubo digestivo è di volta in volta sempre più grande, rappresenta lo spazio, mentre il nostro non è che una stella filante, percepita attraverso questo spazio per un istante fuggevole.

 

 

 

 

 

 

036.jpg

 

 

 

 

 

 

LA GIUSTIZIA DEGLI UOMINI

È PIÙ CRIMINALE

DEL CRIMINE

 

 

Il sonno eterno della vita è seduto nel vostro letto, è gentile e buon compagno, il suo corpo è più sottile dell'aria che soffia sullo stesso posto, sul volto della maestà umana; non è vero, caro filosofo meditatore o prestidigitatore delle nubi salate, quando t'involi con quel nuvole, non rimane che la buffonata dell'acqua dolce? Tu soltanto sei esente alle leggi della gravità; dimmi dunque, caro filosofo, se veramente il tuo peso non è come il rasoio delle onde fosforescenti e se il socialismo rosso è altra cosa rispetto alla gru dal becco di piovra, i cui tentacoli-fonografo vi suonano la misericordiosa mostarda.

 

La bocca degli uomini è un sesso inconscio; il suono che esce dalle vostre fronti si rituffa senza suono nell'immobilità-circonferenza.

 

 

 

037.jpg

 

 


Quando qualcuno parla,
La sua mascella inferiore
Mi fa vergognare;
L'interno della sua bocca
È un cielo nero.
Non posso amarvi
Mi detesto.

Amica, tu brilli sotto i raggi della luna.

 

Amica, vorrei essere soterrato in un enorme parafulmine.

 

Amica, la mia amicizia è indissolubile nel liceo tratrallalla trallallero.

 

 

 

 

 

[Traduzione di Elisa Cardellini]

 

 

 

LINK all'opera originale in Dada Archive:

Picabia, Jésus-Christ Rastaquouère

 

 

LINK all'opera in Wikisource:

Picabia, Jésus-Christ rastaquouère

 

 

 

 

LINK pertinenti:

Paul Neuhuys: Francis Picabia, poeta tragico
 

Beverley Calte, Francis Picabia, 01 di 02 

Condividi post

Repost 0
Published by Elisa - in INEDITO
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : DADA 100
  • DADA 100
  • : In attesa delle giuste celebrazioni che vi saranno nel mondo colto per il primo centenario del grande movimento Dada di arte totale, intendiamo parlarne con un grande anticipo di modo che giungendo la fatidica data molti non siano presi alla sprovvista grazie al mio blog.
  • Contatti

Profilo

  • Elisa
  • Amo l'arte in generale, di ogni tempo e cultura storica, soprattutto le avanguardie artistiche e le figure più originali ed eterodosse.
  • Amo l'arte in generale, di ogni tempo e cultura storica, soprattutto le avanguardie artistiche e le figure più originali ed eterodosse.

Link